CARDIOFENONE 30CPR RIV 300MG

Produttore : POLIFARMA SpA

Principio attivo : PROPAFENONE CLORIDRATO

Gruppo Terapeutico: ANTIARITMICI, CLASSE I E III
Tipo Prodotto: FARMACO ETICO
Regime SSN: CONCEDIB.ESENTE
Classe: A
Tipo Ricetta: RR - RIPETIBILE
Forma Farmaceutica: COMPRESSE RIVESTITE
Contenitore: BLISTER
Validità: 36 MESI
Data Commercio: 04/09/2000
ATC: C01BC03
Glutine: Il prodotto non contiene glutine
Nota Cuf: NOTA CUF NON PREVISTA (Le Note Cuf sono uno strumento regolatorio che definisce alcuni ambiti di rimborsabilità dei farmaci senza, comunque, interferire con la libertà di prescrizione del Medico)



Foglietto illustrativo

  • CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:

    Antiaritmico, con spiccata azione anestetica locale ed effetto stabi-lizzante di membrana, riduce la velocita' di ascesa del potenziale diazione monofasico, con modesto allungamento del potenziale d'azione eaumento del periodo refrattario effettivo sia atriale che ventricolare
  • INDICAZIONI:

    Quando e in quali casi è indicato l'uso di questo farmaco Prevenzione e trattamento di tachicardie e tachiaritmie ventricolari esopraventricolari, compresa la sindrome di W.P.W., quando associate asintomi disabilitanti.
  • CONTROINDICAZIONI EFFETTI SECONDARI:

    Quando questo farmaco non deve essere assunto Insufficienza cardiaca manifesta, grave bradicardia, disturbi dellaconduzione dello stimolo a livello seno-atriale, atrio-ventricolare eintraventricolare.Malattia del nodo del seno, diselettrolitemie, ipotensione marcata.Gravi pneumopatie ostruttive. Miastenia grave.Nei primi tre mesi di gravidanza, allattamento.
  • POSOLOGIA:

    Dosi, modi e tempi di assunzione di questo farmaco Per il trattamento iniziale e quello di mantenimento, la dose giornaliera consigliata e' di 450-600 mg (una compressa da 150 mg tre volte algiorno o una compressa da 300 mg due volte al giorno). Occasionalmente puo' essere necessario un aumento della dose giornaliera fino a 900mg (una compressa da 300 mg o due compresse da 150 mg tre volte al giorno). Questa dose giornaliera puo' essere superata solamente in casi eccezionali sotto stretto controllo cardiologico. Questi dosaggi si riferiscono a pazienti con peso corporeo di circa 70 Kg. Le dosi giornaliere dovranno essere ridotte proporzionalmente per pazienti con peso corporeo inferiore. La dose individuale di mantenimento dovra' essere determinata sotto controllo specialistico cardiologico comprendente ripetute valutazioni elettrocardiografiche e rilievi della pressione arteriosa (fase di aggiustamento posologico). Se la durata dell'intervalloQRS e' prolungata di oltre il 20% o l'intervallo QT corretto per la frequenza e' prolungato, la dose dovra' essere ridotta o sospesa fino alla normalizzazione del tracciato elettrocardiografico. In pazienti anziani o in pazienti con gravi danni miocardici la dose di propafenone compresse, cosi' come per altri farmaci antiaritmici, dovra' essere aumentata gradualmente ponendo speciale controllo durante la fase iniziale del trattamento. Le compresse vanno inghiottite con un po' d'acqua.
  • INTERAZIONI:

    Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto di questo farmaco info Potenzia l'effetto inotropo negativo degli altri antiaritmici (ad es.betabloccanti).In caso di impiego contemporaneo di anestetici locali nonche'di altrifarmaci che determinano un effetto inibitorio sulla frequenza cardiacae/o sulla contrattilita'deve essere tenuta in considerazione la possi-bilita'di un potenziamento dell'effetto.Il trattamento con cimetidina puo' aumentarne le concentrazioni pla-smatiche. Il trattamento con anticoagulanti orali puo'potenziare l'ef-fetto anticoagulante.
  • EFFETTI INDESIDERATI:

    Cos'è un effetto indesiderato info In rare occasioni: nausea, vomito, gonfiore, anoressia, sapore amaro,vertigini, visione confusa, stanchezza, mal di testa, irrequietezza,incubi, disturbi psichici. Occasionalmente reazioni allergiche cuta-nee e in pazienti anziani distonia posturale. In rari casi: bradicar-dia, blocchi SA, AV o IV, insufficienza cardiaca, colestasi, tachicar-dia ventricolare, flutter o fibrillazioni ventricolari, agranuloci-tosi, diminuzione reversibile dei leucociti e delle piastrine. In al-cuni casi, ad alte dosi, si e'verificata una diminuzione della poten-za sessuale e della conta spermatica.
data creazione: 2016-10-23 07:33:52
data modifica:
urlorigine: http://www.paginesanitarie.com/skfarmaci/cardiofenone%2030cpr%20riv%20300mg.htm